sabato, Aprile 13, 2024

Ucraina, il segretario generale della Nato Stoltenberg: c’è il rischio che la Russia avanzi. Dobbiamo fare di più

AttualitàUcraina, il segretario generale della Nato Stoltenberg: c'è il rischio che la Russia avanzi. Dobbiamo fare di più

“Ci troveremmo in una posizione ancora più pericolosa”, ma “la Nato non è non sarà parte nel conflito”

Milano, 4 apr. (askanews) – “C’è il rischio reale che la Russia conquisti ancora più territorio e che ci troveremo in una posizione ancora più pericolosa”. Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg nella conferenza stampa dedicata al 75esimo anniversario dell’alleanza.

“L’unico modo – ha detto – per raggiungere una pace duratura in Ucraina è avere forti forze armate ucraine, perché è l’unico modo per convincere il presidente (russo Vladimir) Putin che non vinceranno sul campo di battaglia. E questo è l’unico modo perché la comunità possa sedersi e negoziare una soluzione accettabile in cui l’Ucraina diventi una nazione solida e indipendente. Credo fermamente che sia possibile. Perché gli ucraini hanno dimostrato di essere estremamente capaci. Sono in grado di utilizzare il materiale e l’equipaggiamento forniti dagli alleati della Nato”. Stoltenberg ha ricordato che all’inizio la maggior parte degli esperti riteneva che la Russia avrebbe preso il controllo dell’Ucraina entro poche settimane. “Ciò non è accaduto” ha sottolineato. “Gli ucraini hanno liberato il 50% del territorio che la Russia occupava all’inizio della guerra. Sono stati in grado di effettuare con successo attacchi profondi contro diversi obiettivi militari”.

Quindi, se gli alleati della Nato forniranno “ciò che dovremmo, allora sono assolutamente fiducioso che gli ucraini saranno in grado di ottenere nuovi risultati e questo è il motivo per cui dobbiamo fare di più”.

Oggi i ministri degli Esteri della Nato hanno celebrato il 75esimo anniversario dell’alleanza avvertendo che la Russia rappresenta una minaccia più grande che mai, mentre preoccupa lo stallo degli aiuti statunitensi all’Ucraina. Definendo seria la situazione sul campo di battaglia, Stoltenberg ha detto chiaramente che bisogna fare di più per quello che riguarda la difesa aerea. Moniti preceduti da indiscrezioni di stampa che parlavano di un fondo quinquennale da 100 miliardi di euro “a prova di Trump”.

“Un supporto più robusto e prevedibile” su “basi prevedibili” ha auspicato Stoltenberg nella conferenza stampa di questo pomeriggio trasmessa in streaming. E questo sostegno dovrebbe essere rafforzato da un impegno finanziario ancorato a due elementi: avere una struttura e avere i finanziamenti.

Dall’altro lato Stoltenberg, rispondendo alle dichiarazioni odierne del Cremlino su un confronto diretto con la Nato, ha detto: “Non abbiamo alcun piano né la presenza di truppe da combattimento della Nato in Ucraina”. “La Nato – ha sottolineato – non è parte in conflitto e la Nato non sarà parte in conflitto. Ma la Nato fornisce sostegno all’Ucraina per aiutarla a difendersi”. Stoltenberg ha specificato che la Nato sta “fornendo” quanto richiesto da Kiev per la sua “autodifesa” in termini di “munizioni e armi”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles