sabato, 6 Luglio , 24

Vino, a Stevie Kim il premio “Orchidea” di Cantina Josetta Saffirio

AttualitàVino, a Stevie Kim il premio "Orchidea" di Cantina Josetta Saffirio

Riconoscimento consegnato a comunicatrice del vino da Vezza e Rosso
Milano, 21 mag. (askanews) – Le vigne da cui si produce il “Barolo Josetta Saffirio” hanno fatto da cornice all’assegnazione del premio “Orchidea” a Stevie Kim, il riconoscimento annuale istituito nel 2021 e dedicato a figure femminili di spicco nel mondo del vino italiano che si sono distinte per il loro impegno nell’ambito della comunicazione e della sostenibilità. A conferire il premio il 20 maggio la produttrice e ideatrice Sara Vezza assieme all’imprenditore Renzo Rosso, presidente della holding Brave Wine di cui la storica Cantina di Monforte d’Alba (Cuneo) Josetta Saffirio fa parte.
Il riconoscimento prende il nome dal nuovo simbolo che Josetta Saffirio ha scelto per rappresentare i propri vini, l’Orchidea Selvatica delle Langhe, “un fiore autoctono simbolo di territorialità e sostenibilità”. Il premio comprende l’affidamento per un anno di un filare di Nebbiolo da Barolo e una Magnum di Barolo Josetta Saffirio. Prima di Kim, il premio era stato assegnato a Tessa Gelisio e Laura Donadoni.
“Siamo felici – hanno dichiarato Vezza e Rosso – di conferire questo premio a Stevie Kim, una donna che ha dedicato la sua vita all’attività di comunicazione del mondo del vino, diventando vera e propria ambasciatrice mondiale della produzione vitivinicola italiana”. Una lunga esperienza la sua, sia come managing director di Vinitaly International che come ideatrice di ‘Opera Wine’ e della ‘Vinitaly international academy’ che fa formazione in campo enologico, a cui si aggiunge ‘Italian Wine Podcast’ con il quale racconta le sfumature del vino italiano. “Stevie rappresenta valori che noi stessi condividiamo come la qualità e l’eccellenza, la volontà di valorizzare il nostro territorio attraverso la sostenibilità e renderlo sempre più conosciuto in Italia e nel mondo” ha continuato Vezza e Rosso, aggiungendo “le affidiamo in adozione quel che di più prezioso abbiamo, un filare di Nebbiolo che donerà il ‘Barolo Josetta Saffirio’, e la aspettiamo per la vendemmia e per raccogliere con noi i frutti di questa annata”.
Fondata da Ernesto Saffirio, l’azienda è poi passata alla figlia Josetta e oggi alla nipote Sara Vezza, che l’ha portata al biologico e alla certificazione Biodiversity Friend. Dal 2023 la Cantina è entrata a far parte della holding Brave Wine di Renzo Rosso.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles